Decreto 231 – Aspetti giuridici

Instructors :

Metodologia del corso

Corso online asincrono in modalità e-learning.

Destinatari

Datori di lavoro, dipendenti e liberi professionisti.

Riferimenti normativi

Decreto legislativo n. 231/2001

Obiettivi

Il corso verterà sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche e degli enti collettivi. In particolare, si tratterà la disciplina del decreto legislativo 231 del 2001, che ha introdotto nel nostro ordinamento una nuova forma di responsabilità a carico degli enti collettivi. La normativa è stata introdotta per effetto della legge delega 366 del 2000 con il decreto legislativo 8 giugno 2001 n° 231, definito come Decreto 231.

Programma

Nel corso vengono affrontati i seguenti argomenti:

– Soggetti coinvolti
– Principio di Legalità
– Tipologie di Reato
– Esenzione della Responsabilità della Società
– Esenzione della Responsabilità della Società
– Sanzioni Amministrative

Docente del corso

Gianni Tognoni

Verifiche e valutazione

La valutazione e l’accertamento dell’apprendimento sono svolti tramite il superamento di test obbligatori intermedi a domande chiuse con correzione automatica, presenti al termine di alcune lezioni e al termine del corso, per la valutazione degli argomenti affrontati. I test visualizzano domande estratte da un archivio, diverse ed esposte in modo casuale.

Le risposte di ogni domanda sono visualizzate in ordine casuale. Il superamento dei test avviene con almeno l’80% delle risposte corrette. La valutazione di efficacia complessiva del corso è espressa dalla media della somma del voto medio conseguito nei test.
Al termine del corso un questionario di gradimento è proposto per la valutazione finale da parte dei partecipanti affinché possano esprimere un giudizio sui diversi aspetti del corso fruito.

Periodo di Validità

I corsi e-learning prevedono una durata predeterminata al momento dell’acquisto.

Materiale Didattico

Dispense delle lezioni.

Attestato

Alla conclusione del corso è consegnato un attestato dell’avvenuta formazione in conformità all’Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011.

 

Comments